Le origini celtiche della festa di Halloween

Ecco oggi aprirsi le porte della giornata più spaventosa dell’anno, ma non tutti sanno che l’ormai famosissima festa di Halloween non nasce in America ma ha origini antichissime, verosimilmente celtico-irlandesi.

Halloween prende infatti forma dallo Samhain, il Capodanno celtico e già l’etimologia del nome ci dice qualcosa sulla festa: il termine Halloween – in irlandese Hallow E’en – deriva dalla forma contratta di All Hallows’ Eve, dove Hallow è la parola dell’antico inglese che significa ‘santo’ e quindi sta a richiamare la vigilia di Ognissanti.

I Celti storicamente erano un popolo di pastori: alla fine della stagione estiva i pastori riportavano a valle le loro greggi per prepararsi all’arrivo dell’inverno e all’inizio del nuovo anno che per i Celti iniziava il 1° novembre.

sanhainIl nuovo anno veniva celebrato con lunghi festeggiamenti, lo Samhain (pronunciato sow-in) che deriverebbe dal gaelico samhuinn con il significato di “summer’s end”, quindi fine dell’estate. In Irlanda la festa era nota come Samhein, o La Samon, la festa del Sole, con lo stesso principio di  rinascita.

L’importanza che la popolazione attribuiva a questa celebrazione risiede nella concezione celtica del tempo, visto come un cerchio suddiviso in cicli: oltre a Samhain (31 ottobre) si festeggiavano Lughnasadh (1 agosto), Beltane (30 aprile o 1 maggio), Imbolc (1-2 febbraio), Yule (21 dicembre), Ostara (21 marzo), Litha (21 giugno) e Mabon (21 settembre).

La morte era il tema principale della festa, in sintonia con ciò che stava avvenendo in natura, l’apparente morte della terra che invece si prepara alla rinascita in primavera,  per questo è comprensibile l’accostamento dello Samhain al culto dei morti.

samhain 2.jpgI Celti credevano che alla vigilia di ogni nuovo anno, Samhain chiamasse a sé tutti gli spiriti dei morti, che vivevano in una landa di eterna giovinezza chiamata Tir nan Oge, e che le forze degli spiriti potessero unirsi al mondo dei viventi.

Questa celebrazione univa quindi la paura della morte e degli spiriti all’allegria dei festeggiamenti per la fine del vecchio anno: durante la notte del 31 ottobre si tenevano dei raduni nei boschi e sulle colline per la cerimonia dell’accensione del Fuoco Sacro e si facevano sacrifici animali.

La Chiesa per decenni cercò di sradicare dalle Isole Britanniche i culti pagani, ma non sempre ci riuscì ed è interessante notare come l’avvento del Cristianesimo non abbia del tutto cancellato lo Samhain, ma vi si sia sovrapposto dandogli un nuovo significato.

Halloween fu in qualche modo cristianizzata, tramite l’istituzione del giorno di Ognissanti il 1° novembre e della commemorazione dei defunti il 2 e si deve all’abate Odilone di Cluny – che intorno al 998 d.C. iniziò a celebrare l’1 novembre il rito dei defunti – l’istituzione di una delle tradizioni più longeve della cultura occidentale.

halloweenNel XIX secolo gli emigrati irlandesi, che scappavano a una terribile carestia, portarono questa tradizione nella loro nuova casa gli Stati Uniti. Ben presto Halloween si allargò a tutto il popolo americano, diventando quasi una festa nazionale.

A concludere la diffusione di questa festa ci hanno pensato il cinema, i libri e la televisione, che hanno contagiato l’Europa del Sud e parte dell’Oriente, dove Halloween ha perso i suoi significati religiosi e rituali per trasformarsi in un’occasione di divertimento estremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.