Più di un figlio? No grazie!

La Cina dal 2013 ha abolito la politica del figlio unico, una delle pratiche di controllo delle nascite, messa in atto dal governo cinese, per imporre una precisa pianificazione familiare, al fine di contrastare l’enorme aumento demografico del Paese. Il problema della sovrappopolazione si mostrò già alla nascita della Cina comunista di Mao Zedong e infatti nel 1979, a pochi anni dalla morte del leader comunista, il suo successore, Deng Xiaoping, introdusse la discussa legge che vietava alle donne di avere più di un figlio.

Le ragioni sia di ordine economico che sociale di questa rigida politica erano orientate all’autosufficienza della popolazione, e per far rispettare la norma furono introdotte pesantissime sanzioni. Questo causò forte malcontento, soprattutto perché ledeva i diritti delle donne che spesso furono costrette anche a ricorrere all’aborto o alla sterilizzazione. Fu questa inoltre una strage di bambine, in quanto le famiglie, non potendo avere più di un figlio, preferivano spesso avere un maschio piuttosto che una femmina, e questo causò una serie di aborti programmati e abbandoni di bambine.

Fuori dal Paese la politica del figlio unico era considerata una barbarie e in più occasioni la Cina, stretta dalla morsa dell’opinione internazionale,  fu costretta a rivedere alcune imposizioni di questa legge. Ormai da qualche anno il Paese ha abbandonato questa pratica e anzi sta incoraggiando le donne ad avere più figli, ma il piano non sta andando come ci si augurava. Nonostante le politiche del governo per sostenere le coppie, queste pare che stiano optando per il figlio unico; i bambini non sono più visti come forza-lavoro indispensabile al sostentamento della famiglia, ma più come un investimento a lungo termine, e questo dimostra come la Cina si stia ormai avvicinando al modo di pensare dei Paesi “avanzati”.

I politici sono preoccupati che una crisi demografica e una drastica diminuzione della popolazione potrebbe rallentare e danneggiare la crescita economica: la Cina è il Paese più popoloso al mondo con 1,4 miliardi di persone, ma sta invecchiando in fretta, con una forza lavoro giovane che sta diminuendo, mentre gli anziani che vivono sempre più a lungo crescono in numero, e non è quindi strano che alcune Province stiano già mostrando difficoltà nel pagare le pensioni. Insomma anche dopo la fine dei divieti le coppie pare che non vogliano fare più di un figlio: mantenerli costerebbe molto, una buona istruzione è un lusso di pochi e quindi, nonostante gli incentivi, alla domanda “Fare più di un figlio?”, la risposta è un secco “No grazie!”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.