Tokyo 2020: work in progress

Nel 2013 Tokyo ha battuto Madrid e Istanbul nella corsa alla candidatura olimpica, non senza dover rivedere il bilancio delle spese, che alla fine si sono attestate su “soli” 12,6 miliardi di dollari. I cantieri sono già partiti nelle città che ospiteranno i giochi e il ritmo di lavoro serrato promette che i tempi di consegna saranno rispettati. D’altronde uno dei motivi che in fase di selezione aveva favorito la scelta di questo Paese era stata la sua affidabilità: un’economia avanzata forte di una tradizione di efficienza, che si è consolidata in nemmeno due secoli di storia.

n-olympics-a-20180407-870x502

Dal periodo Edo alla Restaurazione Meiji, il Giappone era cresciuto a tal punto da diventare uno dei Paesi trainanti l’economia globale. Nel 1490 lo shōgun Ieyasu Tokugawa aveva trasformato Edo in una cittadina fortificata che aveva assunto lo scopo di base militare e con il tempo era diventata il fulcro del potere feudale. E così un piccolo paese di pescatori subì un tale mutamento da diventare una delle capitali più popolose del mondo: un sistema di ponti e canali aveva cambiato il paesaggio, la città si stava espandendo andando ad inglobare altri paesini e nei primi decenni del 1700 Edo aveva già più di un milione di abitanti e stava diventando un importante centro economico, culturale e politico. Nel 1868 l’imperatore Mutsuhito trasferì la capitale imperiale da Kyoto a Edo, che fu rinominata Tokyo, letteralmente “capitale orientale”.

24228a

In quel momento anche la società civile stava andando incontro a dei cambiamenti che chiudevano un’epoca: finito lo Shōgunato tramontò anche l’era dei samurai, che forse più di tutti si trovarono spaesati in un Giappone che cambiava troppo rapidamente, che si metteva al passo, dal punto di vista tecnologico, con l’Occidente e che sembrava voler dimenticare secoli di storia in nome del progresso. Messe al bando le armi, i samurai tornarono nelle loro province e la città si spopolò, ma la ricerca di lavoro e i nuovi stili di vita moderni e consumistici richiamavano continuamente persone nella capitale che riprese a crescere senza freni.

surrender-of-the-rebels-P.jpeg

Il nazionalismo, l’aggressione alla Cina e la sua partecipazione ai conflitti mondiali resero evidente quanto il Paese fosse forte del suo nuovo peso politico e del sostegno della sua economia. I bombardamenti su Nagasaki e Hiroshima furono forse il periodo più buio del Giappone a cui seguì l’occupazione americana e una difficile ricostruzione. La vera riscossa del Sol Levante e il ripristino del suo ruolo internazionale si ebbe nel 1964 quando Tokyo ospitò i suoi primi giochi olimpici, e l’occasione fu colta per introdurre la più famosa disciplina marziale nipponica, il Judo, il cui fondatore era stato il maestro Jigoro Kano, morto nel 1938. La circostanza fu astutamente colta dal governo per realizzare nuove infrastrutture, strade, autostrade e sistemi di trasporto pubblico. Crescono però l’inquinamento, i problemi legati al traffico e alla qualità della vita soprattutto nelle periferie. Una città, mille contraddizioni.

tokyo-64

Le Olimpiadi di Tokyo 2020 presenteranno tra le new-entry anche il karate, che anche se ancora in prova, rispondendo positivamente alle numerose aspettative, verrà riconfermato anche per i giochi successivi. Insomma non resta che attendere ancora qualche tempo, ma intanto a marzo di quest’anno sono già stati presentati due futuristici supereroi che saranno le mascotte di questi giochi, che speriamo siano indimenticabili.

Captura-de-pantalla-2018-02-28-a-las-11.44.50

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.